Archivio Autore: tiziana_colusso

Marco Colletti “La Materia non esiste” La Vita Felice 2024
nota critica di Letizia Leone

Al punto di frattura, dove collassano i dogmatismi e i vocabolari annessi, parole funzionali quali verità, io, mondo, realtà…, si situano anzi si ‘formano’ i versi di Marco Colletti.  Perché Marco, in fondo è un antico scettico per il quale la struttura della realtà non solo è inconoscibile (eppure così manifesta nella sua illusorietà!) ma […]

13 aprile 2024 Seminario IL SACRO POETICO
Dialoghi e letture
Biblioteca Universitaria Alessandrina, Roma

  Grazie alla disponibilità della Biblioteca Universitaria Alessandrina, e della sua direttrice, la dottoressa Daniela Fugaro, il seminario “Il sacro poetico”, organizzato da Marco Colletti, Tiziana Colusso e Ilaria Giovinazzo, ha trovato una giusta collocazione nella Sala Bio-bibliografica. Non si è trattato di un convegno accademico, ma di un seminario in cui sono confluiti molti […]

DAVID LA MANTIA, “Finestre. Taccuino 1935-2022” inSchibboleth
nota di lettura di Tiziana Colusso

Facendo finta di parlare di sé stesso e delle sue vicende familiari David La Mantia ci parla della poesia, anzi scrive poesia, anche se la forma è quella della prosa, senza essere pretenziosa “prosa poetica” o “poème en prose”, ma proprio prosa, con l’andamento piano della prosa, eppure piena di ritmo, di sussulti, di frasi memorabili, di lampi di illuminazione.

TONI MARAINI
Nel cono d’ombra
dicembre 2023/febbraio 2024

Toni Maraini, scrittrice, poetessa, saggista, storica dell’arte, studiosa del Maghreb, ci ha fatto il dono di questo suo testo dolente e riflessivo. Per una volta facciamo una deroga al “format” di Formafluens Magazine, che prevede per ogni testo la traduzione a fronte. Toni Maraini le lingue le ha attraversate con la sua esperienza, con il suo corpo, con la sua scrittura. Ha vissuto nel Maghreb, a Parigi, negli Stati Uniti. Le chiederemo un suo testo in francese, prossimamente, ma oggi vogliamo offrirvi questa riflessione che è quasi una preghiera laica.

DANILO PARIS (Festival dell’arte nomadica)
intervistato da Irene Sabetta

Non è facile riassumere i presupposti teorici, le modalità di attuazione e la complessità compositiva del progetto “Festival dell’arte nomadica” a cura di Danilo Paris,  poli-artista e ricercatore di Ferentino. L’idea iniziale è scaturita da una serie di ricerche, svolte in ambito universitario, sul “nomadismo come pratica estetica-memoriale” e sul “pensiero cartografico nella sradicatezza”, in risposta al generale e progressivo processo di perdita del genius loci riscontrato da Danilo nel territorio di appartenenza e non solo.

ENEA ROVERSI intervistato da Marco Colletti 

Ho incontrato Enea Roversi in occasione della prima edizione del Premio Letterario dedicato a Nina Maroccolo, per il quale ha vinto il primo premio della sezione poesia con tre testi che fanno parte di una nuova raccolta inedita, e in calce all’intervista pubblichiamo tre poesie tratte dalla sua ultima raccolta Incidenti di percorso (puntoacapo Editrice, 2022). Enea è nato e vive a Bologna. Si occupa di poesia da molti anni, collaborando con diverse realtà

13 ottobre 2023 Incontro su “Riviste & blog di poesia. Una galassia di sinapsi poetiche” al Drugstore Museum

Il Festival “La POESIA, Lingua Viva” promosso dalla Soprintendenza Speciale di Roma, nella persona della Soprintendente Daniela Porro, e realizzato dal direttore del Drugstore Museum Alessio De Cristofaro e dall’attenta e operativa Paola Caramadre ,  prevede numerosi incontri, reading, presentazioni, per i mesi da ottobre a dicembre. In tale contesto,  si è tenuto venerdì 13 […]